9.5.13

Aspettando Eugenia...

Tortano con feta, noci e miele
© do not oopy

 


No!!! Ma che avete capito??? Non sono nuovamente in dolce attesa, non c'è nessuna bambina in arrivo. Solo maschi (per ora dico io - per sempre dice mio marito) in casa e va bene così :D

Eugenia è un'altra storia che vi racconterò (spero) a breve che ha però sempre a che vedere con pani lievitati come questa mia ricetta di oggi.

Quando aspettavo Fabio mi hanno regalato questo libro ed è da allora che rimando questa ricetta. Il libro di Leila Lindholm è, secondo me, una chicca da sfogliare con delle foto meravigliose tutte ambientate in una Toscana da sogno.  Tra cheesecake, brownies, pies e waffles viene fame solo a sfogliarlo. Poi c'è anche la parte salata bagel, pizze, pani e queste torte salate rustiche tipiche di Napoli. Ora napoletani non vogliatemene... ho dovuto scoprire l'esistenza di questo vostro pane ripieno tipicamente pasquale da una food writer di origine svedese o.O (e per fare completamente outing ho pure gli zii e cugini napoletani...) Come dico sempre io non si finisce mai di imparare nella vita :D

Allora come dicevo? Tortano = pane/torta rustica salata tipicamente napoletana che, per tradizione,  viene riempita da uova sode, salame o formaggio di pecora. Ottima servita tiepida o fredda è solitamente preparata per i pic-nic di Pasqua. E io ci sono andata vicino... l'ho fatta già due volte nella mia versione "totaly white" con formaggio Feta, noci e miele. Si perché in realtà è buono con qualsiasi ripieno mi sa e io non mangio salami e con le uova sode non è che vada poi così d'accordo...

E voi? Lo conoscevate già vero??? Con cosa lo farcite??? Raccontatemi dai :)

Tortano con feta, noci e miele
© do not oopy


Tortano con Feta, miele e noci
per un pane (circa sei persone)

per l'impasto
  • 175gr di semola di grano duro
  • 275gr di farina 00
  • 1 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di sale
  • 15gr di lievito di birra fresco
  • 300ml di acqua
per il ripieno
  • 200gr di formaggio Feta
  • 50gr di noci
  • 1 cucchiaio di miele per il ripieno
Sciogliere nell' acqua tiepida il lievito assieme al miele, al sale  e all'olio. Aggiungere piano piano la semola e la farina e lavorare energicamente l'impasto per una decina di minuti. Risulterà abbastanza colloso ma va bene così ;) coprire con un canovaccio e far lievitare finché non sarà radoppiato di volume (circa un'ora). Riprendere quindi l'impasto lavoralo velocemente e stenderlo con le dita (non con il mattarello!!!) in un rettangolo dello spessore di un cm. Ricoprirlo con la Feta sbriciolata, le noci e il cucchiaio di miele a filo. Bagnare i bordi con poca acqua e arrotolare la pasta come fosse un cilindro quindi chiuderlo a forma di corona. Porre il pane così ottenuto su una piastra ricoperta da carta da forno, spolverizzarlo con poca farina,  coprire e lasciar riposare il tutto altri 30'. Preriscaldare il forno a 250° quindi passato il tempo della seconda lievitazione infornare la teglia e abbassare a 200°. Cuocere per circa 35'. Sfornare e lasciar raffreddare su una griglia.

Alla prossima

Martina





 

11 commenti:

  1. io adoro leila!! non ne abbiam mai parlato e io l'adoro:D quante cose in comune:D come mi piacciono queste foto, ma che te lo dico a fare:D ?

    RispondiElimina
  2. La foto delle mani è bellissima, mi è piaciuta subito, lo sai!

    (tortano, parola scoperta qui, ora!)
    :-)

    RispondiElimina
  3. Lo conoscevo di nome ma non l'ho mai preparato. Comunque l'abbinamento noci, formaggio, miele non sbaglia mai, poi mi piace il suo aspetto total white. Le foto sono stupende.
    Sai che ho provato i tuoi biscotti ai datteri? sono davvero deliziosi.

    RispondiElimina
  4. altro che salumi e uova, questo ripieno stravince senza dubbio;) peccato che non mangi neanche la feta, che cosa mi potrei inventare? però miele e noci è super, ho l'acquolina!:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appena arrivano le zucchine e le melanzane lo proverò con queste due verdure alla griglia magari io userò anche la ricotta forse potrebbe starci il tofu? non so faccio per dire in realtà io il tofu non lo mangio :D

      Elimina
  5. Fantastica!Sa la torta salata che le foto,quando ci sono di mezzo foto cn le mani non capisco più nulla...ti scopro oggi,splendido blog!Davvero complimenti!
    Manuela

    RispondiElimina
  6. Ciao Martina! ...il libro di cui parli è da tempo nella mia wishlist, ora che ne parli e citi tutti quei dolci (e salati) deliziosi tocca prenderlo! :)
    Anche mia mamma fa tortano, a Pasqua. In versione calabrese è identico ma cambia il nome, si chiama 'mbiulato, lo adoro! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti capita prendilo perchè a parte le ricette le foto sono da sogno ;)

      Elimina

Credo che nella vita non si finisca mai di imparare, per cui ogni tua critica, consiglio o suggerimento purchè costruttivo è ben accetto! Grazie :-)